Insegnante

Sin da ragazzina a scuola, o anche successivamente sul lavoro, ho sempre insegnato. Non mi rendevo conto di farlo e nemmeno mi rendevo conto che mi piacesse. Semplicemente mi veniva spontaneo e, soprattutto, mi veniva bene. Notavo di essere portata, che le persone apprezzavano e venivano da me, ma ho sempre cercato di sfuggire a questo mio destino cercando, con le mie competenze, di farmi una professione artistica, piuttosto che di trasmettere il mio sapere.
Solo con gli anni mi sono arresa all'evidenza e ho accettato che, forse, è proprio l'insegnamento quello per cui sono portata e che devo coltivare. In fondo amo davvero
 insegnare, trasmettere ciò che ho imparato con tanta passione, dedicare il mio tempo e regalare la mia esperienza a chi ama le cose che io stessa amo.

 

Oggi, all'inizio del mio secondo mezzo secolo, dopo anni di conduzione di laboratori e corsi, posso dire di sentirmi pronta a seguire e a portare avanti un mio metodo di insegnamento teatrale, fatto dalla combinazione di teatro e yoga. Un metodo che utilizza il Kundalini Yoga come pratica per trovare il qui e ora, la concentrazione, il momento creativo, oppure come semplice esperienza da cui partire per un teatro corale e di unione (non a caso la parola yoga ha anche il significato di "unione").  Un metodo che parte, quindi, dallo yoga e dalla esperienza individuale, per poi espandersi nella esperienza di gruppo e infine ritrovarsi nella forma più propriamente teatrale e poetica.

L'obiettivo dei miei laboratori è quello di fare un teatro in cui non predomina il narcisismo e l'egocentrismo, ma la cura della persona, il rispetto, l'armonia, un teatro fatto di suggestioni e elementi registici essenziali, senza perdere di vista la forma teatrale nel suo significato artistico più classico e drammaturgico.

Donna e plastica bianca
benyamin-bohlouli-Lmq7fN3yyRc-unsplash.jpg

@benyamin_bohlouli

Corso
Kundalini yoga


per attori, cantanti, musicisti, e ogni genere di artisti